Musica
Libri
Teatro
Cinema
Personaggi
LifeStyle

Musica
Libri
Teatro
Cinema
Personaggi
LifeStyle

Il Sole di Hiroshima: cerimonia delle lanterne galleggianti

Il Sole di Hiroshima 2019

A Bologna, il 6 Agosto 2022: cerimonia delle lanterne galleggianti e solidarietà.

Perché questa cerimonia

Ogni anno, il 6 Agosto, a Hiroshima, per commemorare le vittime dell’esplosione atomica del 1945, si celebra la cerimonia delle lanterne galleggianti (tōrōnagashi).

Dopo due anni di forzata assenza, torna a Bologna la cerimonia delle lanterne galleggianti. Una preghiera collettiva sentita come particolarmente doverosa in questo momento. Un momento in cui fermarci e dedicare un pensiero, una parola, un auspicio a chi sta vivendo l’esperienza più atroce: la guerra.

Nel giorno della celebrazione del ricordo delle vittime di Hiroshima ricordiamo anche le persone che oggi, come allora, affrontano lo sconforto e la desolazione della guerra.

Il 6 Agosto al parco del Cavaticcio, Bologna si riunirà per illuminare la notte con mille lanterne: saranno mille luci di speranza!

“Il Sole di Hiroshima”, edizione 2019

La raccolta benefica: un motivo in più per partecipare

Il Sole di Hiroshima offre anche la possibilità di lanciare uno sguardo al futuro e, come ogni anno, anche nel 2022 l’evento sarà realizzato a scopo di beneficenza. Il ricavato sarà utilizzato per l’acquisto di materiale scolastico per le scuole della regione di Chernivtsi, in Ucraina.
Il progetto sarà seguito da IBO Italia, l’associazione presente in Ucraina da oltre dieci anni che realizza diverse iniziative di collaborazione internazionale. Sin dall’inizio del conflitto IBO sta sostenendo la popolazione fornendo beni di prima necessità, cibo, medicine, supporto psicosociale anche attraverso la collaborazione con i partner locali.

Al momento la regione di Chernivtsi si sta preparando ad accogliere la terza ondata di profughi che rientrano dopo i bombardamenti delle ultime settimane. Sono ospitati nella regione oltre 100.589 profughi, di cui oltre 33mila minori. Bambini e ragazzi che a settembre speriamo possano avere la possibilità di tornare a scuola per seguire le lezioni. Sostenerli e incoraggiarli nel loro percorso di formazione è l’obiettivo della raccolta fondi dell’evento: cancelleria, zaini, libri ed eventualmente dei tablet per coloro che saranno costretti a seguire le lezioni online.

Programma

  • Ore 17 e 17.50
    Shodō: la via della scrittura
    2 laboratori di calligrafia giapponese per bambini (7-11 anni)
    condotti da Giovanni Gamberi

La calligrafia giapponese è un’arte viva, con una tradizione secolare le cui origini si collocano in Cina. I partecipanti al laboratorio potranno sperimentare l’arte della scrittura disegnando con il pennello e l’inchiostro. Apprenderanno le tecniche fondamentali per gestire la punta del pennello, il segno e le diverse densità dell’inchiostro.
La pratica della scrittura arcaica si concilia perfettamente con le capacità grafiche e immaginarie dei più piccoli, che ritrovano, in quelle forme, contatti e continui rimandi con la realtà. Il laboratorio è l’occasione per sviluppare una nuova sensibilità e per avere un’idea dei principi estetici che sono all’origine della cultura estremo orientale.  

Giovanni Gamberi lavora presso il Centro studi d’Arte Estremo Orientale di Bologna. Laureato magistrale in lingua cinese all’università Ca’ Foscari di Venezia, studia da anni calligrafa e sigillografia presso la FeiMo Contemporary Calligraphy. Tiene laboratori per bambini presso il Museo di Palazzo Poggi a Bologna.
Durata: 40 minuti ogni laboratorio. Tutti i materiali saranno forniti dall’organizzazione.
Partecipazione: su prenotazione. Iscriviti online (max 10 bambini a laboratorio).

“Il Sole di Hiroshima”, edizione 2019
  • Dalle 18.30
    Distribuzione lanterne

1000 lanterne saranno distribuite a chi vorrà partecipare alla cerimonia, su offerta, interamente devoluta in beneficenza. I partecipanti avranno poi a disposizione pennarelli per decorare, con disegni o frasi, le lanterne così da esprimere un proprio desiderio, ricordare un proprio caro o mandare un messaggio o un auspicio.

  • Ore 19, 19.45, 20.30
    Kamishibai: l’arte di narrare le immagini
    A cura di Artebambini- Associazione Kamishibai Italia
    con Carolina Masetti e Chiara Bighinzoli

Il Kamishibai è un teatro d’immagini di origine giapponese utilizzato dai cantastorie. Una valigetta in legno nella quale vengono inserite delle tavole stampate con da una parte il disegno e dall’altra il testo. Mentre il narratore legge la storia chi ascolta ammira le immagini e viene proiettato dentro il racconto.

Tre storie raccontate per bambini e adulti: L’uomo del kamishibaiUna storiaIl cavallo e il soldato.
Durata: 30 minuti ogni lettura
Partecipazione: ingresso libero

  • Dalle ore 21:30
    Cerimonia delle lanterne galleggianti

Nel cuore della lanterna decorata viene accesa una candela che la illumina e permette di seguirla con lo sguardo nel suo viaggio sull’acqua, all’imbrunire.
Un rituale semplice che ognuno dei partecipanti vive in modo personale e raccolto. Un modo per unirsi nel ricordo e nell’emozione attorno ad una fiamma e all’acqua per sostenere la pace e la solidarietà.

Cena solidale al Cavaticcio

Durante la serata sarà possibile gustare direttamente al Parco del Cavaticcio uno dei piatti che potrai ordinare su DelEat.
Per ogni piatto che ordinerai con codice Nipponica10 il 10% andrà interamente in beneficenza a favore della scuola ucraina.

Seguici su Google News.

Tutti gli eventi sono a ingresso libero.

Luogo: Giardino del Cavaticcio (ingresso da via Azzo Gardino e da via Fratelli Rosselli).

Organizzato da Nipponica.
L’evento si svolge all’interno de L’Altra Sponda, nell’ambito di Bologna Estate 2022.
In collaborazione con Centro Studi d’Arte Estremo Orientale.

Cover Ph: “Il Sole di Hiroshima”, edizione 2019.

Miriam Bendìa
Tra un viaggio e l’altro, vive a Roma. Ha scritto un pugno di libri. Come Philippe Daverio, sostiene che la vita con l'arte talvolta migliora l'arte della vita. Sogna molto, la notte. E ha imparato, al risveglio, a fidarsi delle proprie visioni oniriche.

Articoli Correlati

Microrobot batterici: il futuro della robotica per sconfiggere il cancro

Microrobot batterici: il futuro della robotica per sconfiggere il cancro

Batteri modificati con elementi artificiali, controllabili a distanza grazie a campi magnetici: sono in grado di invadere il tessuto tumorale…
Apolide Festival 2022: Nature, Music and Circus

Apolide Festival 2022: Nature, Music and Circus

Quattro giorni no-stop immersi nella natura, tra i boschi nel cuore del Piemonte. Un’esperienza unica e magica, un viaggio tra…

Contenuti