Musica
Libri
Teatro
Cinema
Personaggi
LifeStyle

Musica
Libri
Teatro
Cinema
Personaggi
LifeStyle

Giulia Ghezzo per il MARKETERs Experience: «Dinamicità e creatività sono le parole chiave dell’entertainment»

Venerdì 3 Dicembre si è svolta l’edizione 2021 del MARKETERs Experience, un evento annuale organizzato dal MARKETERs Club, associazione e community studentesca della Ca’ Foscari, per tutti gli appassionati di comunicazione, marketing e management.

In questa edizione il focus è stato su brand emblematici del digital entertainment e di come vari settori sono cambiati negli anni. Per il mondo della musica, è stata ospite Giulia Ghezzo, Senior Brand Partnership Manager in Warner Music Italia. Per questa occasione, le abbiamo fatto qualche domanda a cui è stata felice di rispondere!

Lei ha lavorato in passato per Sony e ora lavora per Warner Music. Ha sempre avuto una passione per la musica oppure questa è entrata nella Sua vita principalmente per motivi lavorativi?

«Se ripenso alla mia vita fino ad oggi, non posso far altro che ammettere che la musica è sempre stata uno dei miei interessi principali. Ho iniziato a studiarla da piccola (ricordo ancora le ore passate a solfeggiare e leggere gli spartiti a prima vista in preparazione degli esami in Conservatorio!). Ma non avrei mai pensato che anni dopo sarebbe potuta diventare parte integrante del mio lavoro.»

Qual è stato il percorso di formazione che l’ha fatta arrivare dov’è oggi?

«Dopo il liceo ho studiato lingue e letterature straniere presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Le lingue sono l’altra mia passione insieme alla musica.

Le considero materie affini poiché sono linguaggi che ci forniscono ulteriori strumenti per esprimerci e confrontarci con ciò che ci circonda.

Al conseguimento della specialistica ho cercato e valutato diverse opzioni formative. L’intento era di poter concretamente apprendere ed ampliare la mia conoscenza delle principali nozioni legate alla produzione degli eventi musicali.

Sono una persona a cui piace molto la parte di “messa a terra” dei progetti.

Il deployment e la realizzazione di un’idea sono gli aspetti che più mi danno soddisfazione. Questo perché sono momenti di condivisione con altre persone che hanno modo di goderne a loro volta vivendole in prima persona.

Per questo ho deciso di frequentare il Master in “Ideazione ed Organizzazione Eventi Culturali” presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Il master mi ha permesso, successivamente, dopo alcune esperienze proprio nell’ambito della produzione, di entrare in contatto con il mondo della discografia.»

Giulia Ghezzo, Senior Brand Partnership Manager di Warner Music Italia, ospite del MExperience21 – Play Next | Ph Ludovica Casula per Aleph & other Tales

Nel suo profilo LinkedIn dice di preferire luoghi di lavoro dinamici e creativi. Quanto è importante oggi, in lavori come il suo, un ambiente del genere? E qual è l’ostacolo più grande che ha incontrato nella Sua carriera?

Credo che dinamicità e creatività siano alcune delle parole chiave dell’entertainment.

Questo perché è un ambito in costante evoluzione, camaleontico, che punta a rinnovarsi per poter migliorarne l’esperienza a chi ne fruisce. Sono due parole legate a doppio filo tra di loro, l’una richiama l’altra e viceversa.

Sono però anche monito di una sfida incessante, che come sempre ha i suoi momenti positivi ed altri un po’ meno.

«Probabilmente, proprio il cercare di mantenere questi due aspetti attivi è uno degli ostacoli più importanti che ho incontrato in questi anni nel mio percorso professionale. Questo perché non sono elementi che cerco esclusivamente al di fuori di me nell’ambiente lavorativo, ma sono fattori con i quali mi confronto direttamente con me stessa.»

Ci può spiegare più nel dettaglio cosa fa un Senior Brand Partnership Manager?

«Si occupa dei progetti speciali tra brand e artisti che fanno parte del roster della casa discografica. Ovvero di tutte quelle attività che vedono il coinvolgimento degli artisti non solo ad un livello musicale, ma anche d’immagine. Si dedica alla creazione, negoziazione e sviluppo di opportunità che amplificano la comunicazione del brand attraverso i canali della musica e che allo stesso tempo supportano il posizionamento dell’immagine dell’artista.

Si lavora davvero a 360° su diversi livelli. Da quelle che possono essere denominate come campagne digitali (attraverso i profili social ufficiali degli artisti), fino ad arrivare a vere e proprie campagne da Brand Ambassador. In queste, l’artista non solo presta la propria voce per la musica che fa da “colonna sonora” allo spot, ma diventa anche volto di tutta la comunicazione.»

Riguardo il focus dell’evento di quest’anno, come è cambiato in questi anni il modo di comunicare la musica? Ci sono stati cambiamenti significativi apportati dalla pandemia?

«Nel passato più recente, anche per la musica, l’evoluzione di maggiore rilevanza è stato il passaggio dall’analogico al digitale, o meglio, dal fisico (musicassette, vinili e CD) allo streaming. Questo ovviamente ha comportato un crescente spostamento della comunicazione verso i canali digitali, con una predilezione sempre più marcata per i social. Non a caso Instagram e TikTok sono ormai diventati due dei canali che non possono mancare in un piano marketing di lancio di un album o singolo.»

La pandemia ha probabilmente innescato un processo di accelerazione rispetto a quella che è la fruizione della musica. E di conseguenza la comunicazione della stessa attraverso strumenti digitali.

Quali sono tre consigli per chi è stato ospite (e non) del MARKETERs Experience e desidera intraprendere la sua stessa carriera?

Aggiornarsi, tenersi informati su quelli che sono i trend del momento per riuscire a sviluppare progetti innovativi e che vadano ad offrire momenti e/o contenuti unici.

Costanza poiché le giornate non sono tutte uguali e cercare di apportare qualcosa in più al proprio lavoro, anche in momenti negativi, ripaga poi nel lungo periodo.

Pazienza, non nell’accezione di lasciar correre, ma con la consapevolezza che i progetti migliori fioriscono con impegno, un poco alla volta.

Giulia Ghezzo è attualmente Senior Brand Partnership Manager per Warner Music Italia. Ha studiato all’Università Ca’Foscari di Venezia e ha proseguito i suoi studi con un Master in Ideazione ed Organizzazione di Eventi Culturali presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ha lavorato anche per Sony Music Italia dove ha sviluppato progetti speciali tra Brand e Artisti.

Copertina: Photo by Spencer Imbrock on Unplash

Noemi Chianese
Noemi Chianese si è laureata in Lettere Moderne all’Università di Tor Vergata e frequenta il corso di Media e Comunicazione Digitale all’Università La Sapienza. Con tutta probabilità la passione per il cinema è nata quando era ancora nel grembo materno e, da allora, si è espressa in lunghe file ai red carpet, film fino a tarda notte e poster che tappezzano la sua camera. Il sogno è quello di stare dietro le quinte dove avviene tutta la magia, dove viene soddisfatta ogni curiosità e dove si può trovare il miglior posto in sala.

Articoli Correlati

Microrobot batterici: il futuro della robotica per sconfiggere il cancro

Microrobot batterici: il futuro della robotica per sconfiggere il cancro

Batteri modificati con elementi artificiali, controllabili a distanza grazie a campi magnetici: sono in grado di invadere il tessuto tumorale…
Apolide Festival 2022: Nature, Music and Circus

Apolide Festival 2022: Nature, Music and Circus

Quattro giorni no-stop immersi nella natura, tra i boschi nel cuore del Piemonte. Un’esperienza unica e magica, un viaggio tra…

Contenuti