Musica
Libri
Teatro
Cinema
Personaggi
LifeStyle

Musica
Libri
Teatro
Cinema
Personaggi
LifeStyle

Carlo Verdone in “Vita da Carlo”

Carlo Verdone, l’icona della commedia italiana, è tornato. Con la sua prima serie tv, Vita da Carlo, disponibile dal 5 novembre su Prime Video, interpreta proprio se stesso, raccontando la sua quotidianità: la separazione dalla moglie e i due figli più assenti che presenti.

La serie presenta una mezza verità della vita del regista/attore che viene arricchita da varie situazioni in cui Verdone si ritrova accompagnato molto spesso dall’amico Max Tortora, anche lui nei panni di se stesso, spalla comica per tutta la durata della serie.

La trama vede Verdone tormentato dal suo storico produttore che vorrebbe farlo tornare a fare i film con i personaggi di una volta, quelli che facevano ridere sul serio. Carlo, invece, vorrebbe dirigere un film serio, più profondo ed emotivo, ma le sue idee non vengono ascoltate.

Un evento imprevisto sconvolgerà però la sua vita: un video, diventato virale, in cui Carlo lamenta le condizioni di Roma, una città ormai trascurata, che solo un romano sarebbe capace di rimettere a posto.

In seguito a ciò l’idea dei cittadini romani è quella di proporlo a sindaco. Inizia per il nostro protagonista un periodo stressante e complicato dove non riesce mai a dire di no sa solo tergiversare.

Con Vita da Carlo Verdone torna a farci ridere, presentandoci quello che sembra, il suo, un processo di psicanalisi: raccontare chi è per raccontarlo a sé stesso. Verdone ci appare sempre solo, sempre fuori posto, viene da domandarsi continuamente quanto questo sia reale o sia finzione.

Vita da Carlo è una serie con un ritmo e una regia molto buoni e ci offre, oltre ad una piacevole risata, qualche riflessione interessante sull’Italia di oggi. Finita la visione rimane la voglia di proseguire per un’altra stagione.

Ludovica Casula
Ludovica Casula si è laureata in "Didattica e Comunicazione dell’Arte" presso l’Accademia di Belle Arti di Roma e ha frequentato la Magistrale di "Teatro, Cinema, Danza e Arti Digitali" presso l'Università, La Sapienza. Inoltre, ha frequentato il corso di specializzazione in "Fashion Photography" presso lo IED, con sede a Roma. Fin da piccola coltiva la passione per le arti, in particolare per il cinema e la fotografia. Affascinata da tutti gli ambiti che abbiano a che fare con il “dietro le quinte” del cinema, dopo varie esperienze lavorative e non, ha aperto la sua rubrica “Onefilm.Oneday” attraverso la quale commenta e consiglia film per avvicinare le persone alla settima arte. Inoltre, durante i suoi viaggi, realizza reportage fotografici personali in linea con lo stile prediletto, la Street Photography. Successivamente, si è appassionata di ritratti fotografici di impronta artista, alla cui base ci sono le esperienze maturate con lo studio, di cui ne fa il proprio lavoro. Altri interessi pregnanti sono la letteratura e la musica, che vengono proposti sui suoi profili social.

Articoli Correlati

Microrobot batterici: il futuro della robotica per sconfiggere il cancro

Microrobot batterici: il futuro della robotica per sconfiggere il cancro

Batteri modificati con elementi artificiali, controllabili a distanza grazie a campi magnetici: sono in grado di invadere il tessuto tumorale…
Apolide Festival 2022: Nature, Music and Circus

Apolide Festival 2022: Nature, Music and Circus

Quattro giorni no-stop immersi nella natura, tra i boschi nel cuore del Piemonte. Un’esperienza unica e magica, un viaggio tra…

Contenuti