Musica
Libri
Teatro
Cinema
Personaggi
LifeStyle

Musica
Libri
Teatro
Cinema
Personaggi
LifeStyle

“Lightyear – La vera storia di Buzz”

“Lightyear-la vera storia di Buzz”, prodotto dalla Pixar Animation Studio, è una divertente Space Opera che racconta le avventure del film che ha ispirato la linea di giocattoli dell’omonimo personaggio nell’universo di Toy Story.

Tutti conosciamo il personaggio di Buzz Lightyear grazie a Toy Story, primo film d’animazione Pixar del 1995 realizzato completamente in CGI. Buzz entra a far parte della vita di Andy e del gruppo di giocattoli, di quest’ultimo, capitanato da Woody. Buzz è un giocattolo che pensa di essere un vero space ranger, atterrato accidentalmente sulla terra con la sua navicella spaziale che non è altro la scatola che lo conteneva. Assieme a Woody, è stato il protagonista della saga di Toy Story e adesso uscirà nelle sale il nuovo film d’animazione sulle sue origini: Lightyear – la vera storia di Buzz

“Lightyear – la vera storia di Buzz” è scritto e diretto da Angus McLane e prodotto e distribuito dalla Pixar Animation Studio e Walt Disney Pictures

La pellicola mostra la genesi del personaggio di Buzz che, secondo la Disney, ha dato ispirazione a Toy Story per la creazione del giocattolo che fu regalato successivamente ad Andy. Con il film del 1995 i collegamenti finiscono qui e con Lightyear – la vera storia di Buzz abbiamo un vero e proprio film di fantascienza che ci presenta un Buzz a metà: tra quello che conosciamo e uno nuovo.

Il protagonista di questo film è visivamente diverso: non è un giocattolo ma un vero space ranger che ha sempre la passione per lo spazio; le sembianze sono quelle di un essere umano e la tuta è stata ridisegnata per essere riadattata al nuovo corpo del personaggio.

In questo film ci viene introdotto un nuovo mondo spaziale in cui Buzz, per errore, blocca lui e la gente sulla nave, con cui viaggiavano, su un pianeta completamente sconosciuto. Lo space ranger cercherà di rimediare, trovando un modo per ripartire e completare il viaggio nello spazio, ma non tutto andrà secondo i piani e il nostro protagonista si ritroverà a fare i conti con se stesso, mettendosi in discussione e imparando ad accettare i propri errori. 

“Lightyear – la vera storia di Buzz” è scritto e diretto da Angus McLane e prodotto e distribuito dalla Pixar Animation Studio e Walt Disney Pictures

In Lightyear – la vera storia di Buzz, come in Toy Story, il tema principale è l’amicizia, che permetterà al nostro eroe di andare avanti e portare a termine la missione. A differenza, però, di un classico film targato Pixar, la parte emotiva non è troppo dominante ma la componente comica e di azione sono molto più marcate.

Il personaggio chiave della componente comica è sicuramente Sox, un gatto robot che si comporta come fosse un gatto vero, e anche se inizialmente apparirà poco, riuscirà a conquistarsi la scena.

Lightyear – la vera storia di Buzz è un film tecnicamente impeccabile: la costruzione dello spazio, il design delle astronavi e delle tute spaziali non sfigurano se paragonate a qualsiasi altra opera di fantascienza; anche il livello grafico è sublime e le scene ambientate nello spazio cosmico sono incredibili dal punto di vista estetico.

In conclusione, la Pixar non delude neanche stavolta, regalandoci un film godibile con una storia avvincente, senza andando a rovinare il personaggio di Buzz a cui tutti noi siamo legati. 

Lightyear – la vera storia di Buzz arriverà nelle sale italiane il 15 giugno.

Ludovica Casula
Ludovica Casula si è laureata in "Didattica e Comunicazione dell’Arte" presso l’Accademia di Belle Arti di Roma e ha frequentato la Magistrale di "Teatro, Cinema, Danza e Arti Digitali" presso l'Università, La Sapienza. Inoltre, ha frequentato il corso di specializzazione in "Fashion Photography" presso lo IED, con sede a Roma. Fin da piccola coltiva la passione per le arti, in particolare per il cinema e la fotografia. Affascinata da tutti gli ambiti che abbiano a che fare con il “dietro le quinte” del cinema, dopo varie esperienze lavorative e non, ha aperto la sua rubrica “Onefilm.Oneday” attraverso la quale commenta e consiglia film per avvicinare le persone alla settima arte. Inoltre, durante i suoi viaggi, realizza reportage fotografici personali in linea con lo stile prediletto, la Street Photography. Successivamente, si è appassionata di ritratti fotografici di impronta artista, alla cui base ci sono le esperienze maturate con lo studio, di cui ne fa il proprio lavoro. Altri interessi pregnanti sono la letteratura e la musica, che vengono proposti sui suoi profili social.

Articoli Correlati

"Cha Cha Real Smooth" e come l’ennesima rom-com riuscirà ad entrare inaspettatamente nel vostro cuore

"Cha Cha Real Smooth" e come l’ennesima rom-com riuscirà ad entrare inaspettatamente nel vostro cuore

Provate a mettere insieme Apple Tv+ e il Premio del Pubblico al Sundance Film Festival. Cosa otterreste? Ve lo dico…
"Elvis" di Baz Luhrmann

"Elvis" di Baz Luhrmann

“Il Re è tornato”. Baz Luhrmann torna al cinema con la grande ambizione di raccontare l’ascesa di Elvis Presley, conosciuto…
Andare in Giappone al tempo del Covid (e della guerra)

Andare in Giappone al tempo del Covid (e della guerra)

In questi anni in cui il mondo è alle prese con la pandemia, viaggiare all’estero non è certo semplice. Ultimamente,…

Contenuti